sabato 18 gennaio 2014

Alla fine lui muore, a Spazio 47

Bello. Come molti degli spettacoli a cui ci sta abituando "Spazio 47". Luca Angeletti regge un monologo ricco di tenerezza e di drammatica poesia. Il mondo visto dagli occhi di un ragazzino, con un linguaggio a tratti mutuato da quello del giovane Holden, il capolavoro di Salinger.  E come Holden il protagonista di questo spettacolo, scritto da Daniele Prato, non giustifica il mondo dei grandi, fatto di convenzioni, di mancate risposte a ovvie domande, di brute reazioni a semplici accadimenti. Un bambino che pensa come un adulto, ma dal cui universo si distacca con spietata consapevolezza, perché già ne comprende appieno i contorti meccanismi.

giovedì 16 gennaio 2014

Corso di Scrittura Creativa (Sede Biblioteca Comunale di Anzio)


“Raccontami una Storia”

Laboratorio di Scrittura a cura della Scuola Holden

Il corso Raccontami una storia è un laboratorio di scrittura creativa attraverso cui si acquisiranno le conoscenze, teoriche e pratiche, per lavorare sulla forma narrativa del racconto breve.
Il laboratorio non è sottoposto a vincoli di età né di numero di partecipanti, ed è strutturato in otto incontri da due ore ciascuno.
Gli incontri, che avvengono con cadenza settimanale, sono suddivisi in una parte teorica e una di laboratorio, ciascuna della durata di un’ora. Nella parte teorica si affronta il tema del giorno con spiegazioni, esempi audiovisivi e quant’altro. Nella parte laboratoriale, chi vuole può leggere al gruppo quanto ha scritto durante la settimana, e attraverso i consigli del do-cente (ed eventualmente degli altri corsisti) migliorare il proprio elaborato in vista dell’incontro successivo. Questo tipo di lavoro è pensato per rendere gli incontri quanto più dinamici e interattivi possibile.
L’obiettivo finale è che ogni corsista abbia concluso e rivisto almeno un racconto.
Itinerario didattico
Modulo 1: Trama e urgenza narrativa
Si iniziano ad affrontare i primi elementi che caratterizzano una storia: cos’è e come si evolve una trama? Che differenza c’è fra un soggetto e un racconto? Come fare in modo che la no-stra storia non sia un semplice esercizio di stile, ma abbia una forza tale da contagiare e coin-volgere il lettore?
Modulo 2: Show don’t tell
In questo modulo parleremo della regola più importante di qualsiasi narratore: quella dello “show don’t tell”, ovvero “mostra, non dire”. Tre parole nelle quali è condensata molta della differenza fra una narrazione amatoriale e una professionistica.
Modulo 3: Linguaggio
In questo modulo proveremo a rispondere a domande come: che linguaggio dobbiamo usare per la nostra storia? Qual è la nostra vera voce? Perché l’incipit è tanto importante e come si scrive un buon incipit?
Modulo 4: Scegliere i personaggi
Senza personaggi non c’è trama, e senza trama non c’è storia: pertanto la scelta dei personag-gi è di primaria importanza per qualsiasi narrazione si voglia affrontare. In questo modulo, cercheremo di capire meglio come conoscere i nostri personaggi.
Modulo 5: Caratterizzare i personaggi
Cosa si intende per personaggi mono e multidimensionali? Che differenza c’è fra un perso-naggio principale e uno secondario? Che differenza c’è fra vero e verosimile? Queste sono alcune delle domande a cui cercheremo di dare una risposta.
Modulo 6: Far parlare i personaggi
In questo modulo affronteremo uno degli strumenti più difficili da padroneggiare per un nar-ratore: l’uso dei dialoghi.
Modulo 7: Pillole di genere: autobiografia
In questo modulo affrontiamo le basi di un genere letterario, quello della scrittura autobio-grafica. Cosa differenzia il racconto autobiografico da un racconto puramente inventato? Quando si scrive di sé, è lecito inventare o si devono riprodurre fedelmente gli avvenimenti? Perché un lettore dovrebbe essere interessato alla nostra storia personale? Queste domande sono il punto di partenza. Modulo 8: Editing
In questo ultimo modulo approcceremo la scrittura dall’altro punto di vista: quello dell’editore. Alla luce di quanto visto fino a questo momento, impareremo a leggere un rac-conto in modo professionale, e a valutarlo come lo valuterebbe una casa editrice. Per essere in grado di rileggere anche un nostro scritto con l’occhio dell’addetto ai lavori.

La struttura del corso
Il corso è strutturato su 8 appuntamenti di 2 ore ciascuno, uno alla settimana, per un tota-le di 16 ore di lavoro complessive. Non ci sono limiti di età per la partecipazione.

Le date
Ogni mercoledì pomeriggio, dall’8 gennaio fino al 26 febbraio 2014, per un totale di 8 incon-tri. Il corso si terrà dalle ore 16.00 alle ore 18.00. Dove Il corso si svolgerà presso la sede della Biblioteca comunale di Anzio, con la supervisione del-la Responsabile Anna Rita Federici.

Il Docente
Pierpaolo Buzza si è laureato in Scienze Statistiche nel 2005, e nel 2007 si è diplomato al Master in Tecniche della Narrazione presso la Scuola Holden di Torino. Lavora come autore radiofonico della trasmissione Real Movie, di radio m2o, di cui è stato ideatore. Per la rivista letteraria online “bottega scriptamanent”, è caporedattore di una rubrica di politica ed economia, ed editor di una rubrica di narrativa inedita. Ha scritto racconti, cortometraggi e monologhi teatrali, che dal 2006 porta in scena in prima persona. Ha lavorato come docente, per corsi di recupero di matematica, al liceo scientifico “Pasteur” di Roma.
sperando di fare cosa gradita le invio date e orario della prossima iniziativa della Biblioteca.
 Le persone interessate possono iscriversi prenotando  attraverso il telefono (069846657) o rispondendo a questa mail.