domenica 27 marzo 2011

Un Teatro nel Teatro

Nella casa dei silenzi. Da Lunedì 27 marzo (ore 21,30) repliche straordinarie. Se lo ritenete opportuno, segnalate lo spettacolo ai vostri amici/conoscenti. Ma fatelo subito: si replicherà solo per pochi giorni. ...Info e prenotazioni presso il botteghino del Teatro Europa (cell. 339.2742389). Per chi già l'ha visto: sono graditi commenti.

lunedì 21 marzo 2011

Giornata mondiale della poesia con Yvan Tetelbon


Cosa dire della serata di ieri sera? Anche se ancora non abbiamo il polso esatto, l'incontro con il poeta Yvan Tetelbon ci porta avanti nel tempo, un modo innovativo e trasgredente che ancora non ci appartiene, espressione futurista dell'arte della comunicazione verbale, attraverso i versi , frammisti alla drammaturgia, alla gestualità propria del teatro, a intonazioni e suoni che viaggiano verso tonalità alte e sprofondano nel gutturale, in un ritmo cadenzato, quasi musica. E con la musica in certi momenti, affidati alla pura improvvisazione, ha voluto mettersi in gioco, presenti la chitarra e la mandola di Gabriele Falcone e Maria Ausilia D’Antona. Un atmosfera irreale e fascinosa, che ha lasciato la sensazione di elaborazione ulteriore, di collaborazioni futuribili, tanto che con i versi del poeta Yvan I nostri musicisti intendono fare delle vere e proprie canzoni. Niente avviene per caso: l’incontro di anime che vivono cibandosi di arte e imprigionano le percezioni ultrasensibili, può generare arte, e arte ancora. Nulla è immutabile, tutto si trasforma, e vive.
Grazie all'Associazione "La Nuova Musa" per il suo impegno straordinario nel portare poeti di tutto il mondo ad Aprilia, per aver capito con grande anticipo verso quali lidi sta approdando la letteratura poetica, e per continuare, indefessa, la propria attività scavalcando con nonchalance le difficoltà di ogni genere in una città ancora "culturalmente assonnata". Grazie a tutti poeti e le poetesse che hanno dato il loro contributo artistico (nella foto: Patty Rose e Verusca, insieme al poeta francese e a Fiorella Giovannelli, Maurizio Brilli e Antonella D'Annibale).
Grazie all'Associazione "Vaso di Pandora", che con la sua musica pregevolissima dona un valore aggiunto all'evento.
Grazie agli amici del Quartiere Aprilia Nord, che hanno profuso le loro energie e risorse economiche nella costruzione di una sede sociale per attività rivolte alle persone, senza pregiudizi di sorta . Questa sede ieri è stao il luogo dell'incontro poetico.
Grazie anche agli assenti, che avrebbero dovuto essere presenti per offrire ospitalità a un personaggio unico nel suo genere, un protagonista mondiale della nuova poesia.
E infine grazie a me stessa, perchè in queste occasioni mi accorgo che ne vale veramente la pena. Tiriamo un sospiro di sollievo e via, ad majora.




Qu'en est-il la nuit la nuit dernière? Bien que nous n'avons pas le poignet droit, une rencontre avec le poète Yvan Tetelbon nous fait avancer dans le temps, une approche novatrice et trasgredente qui ne nous appartient pas, l'art futuriste de l'expression verbale, à travers les versets, entrecoupées de théâtre , les gestes de son théâtre, l'intonation et le son propre voyage à s'enfoncer dans les tons gutturaux élevé et, dans un rythme saccadé, presque de la musique. Et avec la musique à temps, compter sur l'improvisation pure, a voulu s'impliquer, cette guitare et la mandoline à Gabriel Falcone et Maria Ausilia D'Antona. Une atmosphère irréelle et de charme qui a laissé un sentiment de poursuite de l'élaboration de la future coopération, alors que le vers du poète Yvan nos musiciens veulent faire de véritables chansons. Rien n'arrive par hasard: la réunion des âmes qui vivent se nourrit de l'art et d'emprisonner les perceptions ultra pouvez créer l'art, l'art et plus encore. Rien n'est immuable, tout se transforme, et la vie.

domenica 20 marzo 2011

Questa sera incontro poetico con Yvan Tetelbon







Alle 19.30, presso il Parco Friuli di Aprilia, (Aprilia Nord), nella sede dell'Associazione Parco Friuli, (casetta in legno) grande incontro poetico. Saranno presenti le migliori "penne" apriliane, per offrire la loro ospitalità al grande poeta francese Yvan Tetelbon, invitato dall'Associazione "La Nuova Musa".






Musica francese e brani della migliore tradizione italiana, coroneranno questa festa, grazie alla magnifica voce di Maria Ausilia D'Antona, dalla fisarmonica di Denis negroponte e dalla chitarra di Gabriele Falcone. Ancora una volta i rappresentanti della cultura apriliana impiegano le loro forze per offrire il meglio della produzione poetica d'oltre confine.






Ingresso libero.

sabato 19 marzo 2011

Le foto della notte tricolore

video

LE FOTO DEL VIDEO SONO STATE REALIZZATE DA NINO BONANNI E GABRIELE FALCONE. APRILIACULTURA RINGRAZIA PER IL CONTRIBUTO PREZIOSO.

venerdì 18 marzo 2011

C'è sempre un "ma".(Notte Tricolore ad Aprilia)

La cultura fatica a decollare. E non è colpa del fatto che manchino eventi di rilievo. La cosa che lascia davvero esterrefatti è il difetto di comunicazione, grande svolta e punto nodale per una crescita umana , sociale al passo con i tempi. E quando c'è, la comunicazione, difetta.
In una città che si avvicina come numero a toccare la soglia degli 80,000, (ragazzi, ho detto 80,000), è impensabile che un evento istituzionale come la "Notte Tricolore", sia stata appannaggio del solito manipolo di persone "informate dei fatti". Il resto dei cittadini , facciamo 500 persone, per non dire 50,000, dov'era?
Semplice: NON LO SAPEVA.
Ehh, ma abbiamo usato tutti gli organi di stampa. Dicono.
Si, peccato che nei comunicati stampa, per esempio, non si accennava al repertorio dei gruppi che si sarebbero esibiti sul palco del Teatro Europa, cosa fondamentale per una maggiore partecipazione.
ESEMPIO: l'Ensemble Almalatina, gruppo musicale di fama nazionale e internazionale, ha presentato un magnifico repertorio sulla musica napoletana, con tanto di interventi didascalici di straordinario interesse. Ma chi lo sapeva? La comunità fitta di origine napoletana residente da anni ad Aprilia avrebbe non solo riempito il Teatro Europa, ma si sarebbero accalcati uno in braccio all'altro, perchè normalmente succede così quando Alma Latina si esibisce nei teatri più prestigiosi.
Inoltre: sul sito ISTITUZIONALE, il comunicato, stringato e incompleto, non accennava minimamente agli interventi poetici di esimi rappresentanti di poesia della nostra città. Andatelo pure a guardare, il sito istituzionale.
Peccato.
Energie e risorse buttate al vento.
Per l'ennesima volta.

mercoledì 16 marzo 2011

Siamo entrati nella Casa dei Silenzi



Una casa disabitata, nel cuore della città, a due passi da Piazza Roma.
Nessuno avrebbe mai immaginato che entrare in quell’abitazione, avrebbe voluto dire immergersi in un mondo misterioso e inebriante, un dipanarsi di pensieri, narrazioni, legati al filo fascinoso e incantante della memoria, sotteso dalla luce diafana delle tante candele sparse ovunque.
La voce narrante è quella di Gianni Bernardo, che invita gli ignari visitatori a stringersi in quella sorta di grembo materno, per ascoltare e condividere i più segreti e inconfessati tremolii dell’anima.
Sembra di accedere in un antro, che di oscuro e doloroso però non ha nulla, piuttosto commuove e purifica. Le bianche lenzuola che nascondono i mobili, richiamano lo spettatore al silenzio di un passato che sembra sepolto, e che invece, miracolosamente vive attraverso i ricordi. Un uomo, non più giovane, riscopre la bellezza delle piccole cose, degli odori e dei sapori legati alla sua infanzia, delle persone care che hanno custodito per lui il significato stesso della vita. Il sovrapporsi continuo della nostra lingua con il dialetto pantesco avvince e coinvolge, e trascina lontano, dentro un’altra cultura, un altro mare, ma torna e si stringe più forte al presente, a quello che noi siamo, a ciò che noi viviamo.
Un’idea nuova e forte, quella di Gianni Bernardo, un’idea romantica, al contempo, quella di scegliere un luogo perduto e dimenticato per ritrovarlo, per riscoprirlo, per ritrovare se stesso.
Questo è il momento.
Il contrasto netto con quello che accade fuori dalla Casa dei Silenzi, è palpabilissimo, e scuote.
Inutile perdersi in prolusioni sull’effimero, banale, fondato sull’apparente modus vivendi che incatena violentemente e svuota.
La consapevolezza cresce adagio,e lascia tracce significative, di sicuro indelebili.

Roberta Angeloni

domenica 13 marzo 2011

La Casa dei Silenzi" dal 18 marzo in Via delle Margherite 145



Nella casa dei silenzi
di e con Gianni Bernardo
liberamente ispirato a “L'uomo dal fiore in bocca” di L.Pirandello
produzione COMPAGNIA TEATRO FINESTRA

dal 18 marzo 2011 tutte le sere alle ore 21,15
al numero civico 145 di Via delle Margherite in Aprilia

Dunque, la “casa dei silenzi” aprirà le sue porte al pubblico (solo 30 spettatori ogni sera) ad Aprilia in via delle Margherite, al numero civico 145. E' la casa di Ettore Coser, al centro della città. Gianni Bernardo ci ha ricavato un piccolo teatro, anzi una “casa che diventa teatro”, una novità assoluta per Aprilia e dintorni. Qui, a partire dal 18 marzo tutte le sere si reciterà “Nella casa dei silenzi”, liberamente ispirato a “L'uomo dal fiore in bocca” di Pirandello e prodotto dalla Compagnia Teatro Finestra.
Una messa in scena suggestiva e “incantata” (allestimento scenico di Claudio Cottiga) fatta di leggerezza, di sfumature, di dettagli, di odori, di minuta profondità, di silenzi e di parole che costringono alla commozione e brevi siparietti che inducono al sorriso.
Particolari della vita che non si vorrebbero raccontare e che diventano respiro, sollievo, “redenzione”, quasi. Come un diario custodito nel “posto delle fragole”.
L'attesa è grande per questo nuovo lavoro di Gianni Bernardo, forse la sua più grande interpretazione. E' quasi come stare “dietro la porta” ad aspettare qualcuno che ci apra e ci faccia entrare nella casa per vivere un evento unico che, dice qualcuno che ha assistito alle prove di messa in scena, lascia una emozione forte nel cuore.

***********
La Compagnia Teatro Finestra mette in cantiere un nuovo spettacolo, “Nella casa dei silenzi”, tratto da “L'uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello e da testi di Gianni Bernardo che si ispirano a momenti di vita, tra realtà, memoria e immaginario.
Una messa in scena che coniuga fantasia, dramma e divertissement.
Lo spettacolo verrà ambientato e montato all'interno di una abitazione civile dismessa al centro della città di Aprilia e trasformata per l'occasione in un piccolo teatro off che farà convergere un pubblico nuovo verso una forma nuova di fare teatro.
Un vero e proprio set teatrale allestito e curato dallo scenografo Claudio Cottiga seguendo l'ambientazione di scena e di retroscena.
La particolare messiscena è dovuta soprattutto alla possibilità di un immediato ed efficace rapporto dell'attore con il pubblico, ma anche alla capacità di coniugare l'impronta culturale e il divertissement al “senso del luogo”. Lo stesso spettacolo è meditato e sceneggiato considerando la peculiarità del posto.

***********
Pochi giorni al debutto.
Passando a tarda notte in via delle Margherite ogni casa sembra quella del “silenzio”.
Ma al numero civico145 qualcuno c’è: le maestranze lavorano all’allestimento del set teatrale di “La casa dei silenzi”.
Tra qualche giorno in questo luogo, siamo ad Aprilia, Gianni Bernardo comincerà a rappresentare il suo nuovo attesissimo lavoro teatrale, pensando a Pirandello.
Uno spettacolo dentro uno spazio insolito, intrigante, partecipativo, capace di “esaltare” le corde dell'anima e della memoria e sentito come “appartenenza”.
Lo stesso spettacolo è meditato e sceneggiato considerando la peculiarità del posto.
Teatro nel teatro, verrebbe da dire, “invenzioni”, racconti di vita, attraverso un linguaggio
“memorabile” che usa un proprio vocabolario, un impasto di italiano e dialetto che corrisponde allo spettacolo una certa estrosità poetica, sul filo invisibile tra realtà e finzione.
Produzione del Teatro Finestra.

Ingresso euro 10
Prevendita dei biglietti presso il botteghino del Teatro Europa di Aprilia (tel. 339.2742389)
Info 347.8561181 - www.teatrofinestra.it – www.giannibernardo.it

giovedì 10 marzo 2011

Notte Tricolore ad Aprilia

Nella foto: il gruppo " Almalatina " di Maria Ausilia D'Antona
Programma Festeggiamenti:
11 Marzo : Concerto della Banda dei Carabinieri (ore 19.00, Teatro Europa)
12 Marzo: Convegno “Gli aspetti meno noti dell’Unità d’Italia”. A cura del Prof. Edmond Galasso (ore17.00, Sala Manzù Biblioteca Comunale)
14, 15, 17 Marzo: Mostra Fotografica storica di Aprilia. Si ripercorreranno 75 anni di storia della città (Sala Manzù Biblioteca Comunale)
16 Marzo: Convegno “Manzoni e i Promessi Sposi. Il Romanzo storico-popolare”. A cura della Prof.ssa Pina Farina (ore 16.00, Sala Manzù Biblioteca Comunale)




16 Marzo: 150° dell’Unità d’Italia

Teatro Europa a partire dalle ore 18.00

- Concerto a cura dell' Associazione Amadeus
- Concerto Coro Polifonico Liberi Cantores
- Concerto Coro Polifonico San Pietro in Formis
(i due cori saranno accompagnati dai bimbi della scuola elementare “Grazia Deledda"
-Interventi poetici a cura di Annamaria Amori e Anna Bonnanzio
- Concerto dell'orchestra Almalatina
Maggiori dettagli sull'appuntamento al teatro Europa: Alle ore 18,30 la Scuola di Musica "Amadeus" presenterà brani di opere liriche, prevalentemente verdiane.

Alle ore 20,15 sul palco del teatro,vedremo impegnate circa 150 persone: un coro formato da circa 130 CORISTI,70 adulti tra il coro Liberi Cantores e il Coro San Pietro in Formis, 60 bambini provenienti dalle classi quarte A e B della scuola Grazia Deledda e dal coro di voci bianche Piccoli Cantores, oltre a poeti e poetesse del territorio locale e nazionale.Tutti insieme daranno vita allo spettacolo "ITALIA D'IN...CANTI E POESE: LE NOSTRE RADICI TRA PASSATO E FUTURO".Una celebrazione per il 150° Anniversario dell'UNITA' D'iTALIA attraverso inni, canti regionali e poesie dialettali, per riscoprire insieme le nostre radici. Alla direzione del "grande coro" si alterneranno i Maestri Rita Nuti e Sonia Sette, al pianoforte il M° Riccardo Toffoli.
L'Ensemble Almalatina presenterà IL CANTO DI PARTENOPE, excusrsus storico nella musica napoletana.
1 – I’ te vurria vasà (V. Russo – Di Capua)
2 – Michelammà (Anonimo del 1600)
3 – Fenesta Vascia (Anonimo del 1500)
4 – Cicerenella (Anonimo del 1700)
5 – ‘E Spingule Francese (Di Giacomo – De Leva)
6 – Te voglio bene assaje (Sacco – Campanella)
7 – ‘A Vucchella (Tosti – D’Annunzio)
8 - Tarantella di Piedigrotta (Ricci – D’Arienzo)
9 - Reginella (Lama – Bovio)
10 - Era de maggio (Di Giacomo – Costa)
11 - Canzona Appassiunata (E.A. Mario)
12 - Dduje Paravise (E.A. Mario - Parente)
13 - ‘Na sera ‘e Maggio (Cioffi – Pisano)
14 - Simmo ‘e Napule paisà (Valente – Fiorelli)
15 - Funiculì Funiculà (Denza – Turco)
Mandolino: Emanuele Buzi
Mandolino e Mandola: Valdimiro Buzi
Chitarre: Andrea Fasola
Costantino Buzi
Contrabbasso: Walter Planamente
Percussioni: Andrea Bonioli
Voce: M. Ausilia D’Antona


ATTENZIONE: A CAUSA DEL MALTEMPO GLI SPETTACOLI PREVISTI DOPO LE 22.00 SONO STATI RIMANDATI A DATA DA DESTINARSI



17 Marzo: Manifestazione Istituzionale in località Carano.
Dal 30 Marzo: Botteghe Aperte all’Arte, incontri con i principali artisti apriliani che, settimanalmente apriranno i loro laboratori al pubblico.

mercoledì 9 marzo 2011

La banda dei Carabinieri ad Aprilia venerdi 11 marzo ore 19.00 presso il Teatro Europa


La Banda dell'Arma dei Carabinieri ospite venerdi prossimo al Teatro Europa di Aprilia!

Un grande spettacolo


Una grande orchestra composta da 102 elementi, uno spettacolo straordinario per la prima volta nella nostra città.

Venerdi 11 marzo, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, alle ore 19.00 presso il teatro Europa di Aprilia in Corso Giovanni XXIII, ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Per chi ama la grande musica.

domenica 6 marzo 2011

martedì 1 marzo 2011

21 marzo al Teatro Europa:"Chat a due piazze"

Teatro Europa di Aprilia


INFORMAZIONI
COMPAGNIA TEATRO FINESTRA
Tel. 347.8561181 - www.teatro finestra.it
COMUNE DI APRILIA
Tel. 06.92863659